Cosa devi fare (subito) ora che Google chiuderà il tuo sito creato con Google Sites

Data: 8 Febbraio 2024 Tempo di lettura: 8 minuti
Argomenti:

Negli ultimi giorni, molte imprese stanno facendo i conti con una notizia preoccupante: Google chiuderà i siti web creati con Google Sites. Se il tuo sito aziendale è costruito su questa piattaforma, è tempo di agire.

La chiusura prevista per marzo potrebbe comportare la perdita di dati cruciali e danni alla tua presenza online. In questo articolo, esploreremo i rischi e forniremo una soluzione chiara e immediata: migrare il tuo sito su WordPress.

Scopri cosa devi fare ora per evitare perdite e proteggere la tua presenza digitale.

Chiusura dei siti web Google Site

Il countdown è iniziato: entro marzo, i siti web creati con Google Sites verranno chiusi da Google. Per evitare il rischio di perdere tutto, è essenziale agire prontamente.

Prima di tutto, è fondamentale fare una verifica della tua situazione attuale. Devi capire se il tuo sito è stato creato utilizzando Google Sites. Per fare ciò, dai un’occhiata al tuo Google Business e assicurati di essere completamente consapevole della situazione in cui ti trovi.

Una volta effettuata la verifica, è ora di pensare alla migrazione. È consigliabile pianificare attentamente questo passaggio cruciale. Prepara una strategia di migrazione diretta verso WordPress, sfruttando al massimo le potenti funzionalità offerte da questa piattaforma. L’obiettivo è garantire una transizione fluida e senza intoppi per il tuo sito aziendale.

Per approfondire: analizza gratis il tuo sito web

Rischi di perdere dati, clienti e soldi

La chiusura imminente di Google Sites comporta rischi significativi, tra cui la perdita di dati e danni irreparabili alla tua presenza online. Comprendere appieno questi rischi è fondamentale:

  • Rischio di perdita dati: Con la chiusura, i dati presenti sul tuo sito potrebbero andare persi. Assicurati di effettuare backup regolari e di trasferire tutti i dati in modo sicuro.
  • Danni alla reputazione online: Un sito non accessibile può danneggiare la tua reputazione online. Agisci prontamente per evitare che i clienti si trovino di fronte a un “page not found”. E gli errori 404 possono essere deleteri.

Migrazione da Google Sites a WordPress

Per preservare il tuo sito e la tua presenza digitale, la migliore soluzione è migrare su WordPress. Ecco perché:

  • Vantaggi di WordPress: WordPress offre un’ampia gamma di temi e plug-in personalizzabili. Sfrutta la flessibilità di questa piattaforma per creare un sito che si adatti perfettamente alle esigenze della tua azienda.
  • Semplicità nell’Utilizzo: Anche se non sei un esperto di sviluppo web, WordPress è intuitivo e facile da gestire. Aggiorna il tuo Business Profile con il nuovo indirizzo del sito per una transizione senza intoppi.
Ricevi gratis un'analisi del tuo sito WordPress e scopri cosa blocca crescita e posizionamento su Google

I passaggi essenziali della migrazione da Google Sites

Per garantire una migrazione sicura e senza perdite, segui questi passaggi chiave:

  1. Backup Dati: Effettua un backup completo dei dati del tuo sito Google. Sarà il tuo salvagente in caso di imprevisti durante la migrazione.
  2. Scelta del Tema WordPress: Scegli un tema WordPress che rispecchi l’immagine della tua azienda. Personalizza il design per mantenere la coerenza del brand.
  3. Trasferimento Contenuti: Mentre trasferisci i contenuti, presta particolare attenzione alle immagini, link e formattazione. Garantisci che tutto sia al suo posto.

Metti in sicurezza i dati

Proteggere i dati durante la migrazione è cruciale. Ecco alcuni consigli pratici:

  • Crittografia SSL: Attiva un certificato SSL per garantire la sicurezza delle informazioni trasmesse durante la migrazione.
  • Verifica URL: Assicurati che tutti gli URL siano correttamente reindirizzati. Evita “page not found” e mantiene la coerenza SEO.

I vantaggi di passare da Google Sites a WordPress

Per comprendere appieno i vantaggi di WordPress rispetto a Google Business Profile, considera i seguenti punti:

  • SEO Ottimizzato: WordPress offre un controllo più granulare sulle tue pratiche SEO, migliorando la visibilità online.
  • Gestione Contenuti Facilitata: Aggiorna facilmente il contenuto del tuo sito con l’intuitiva interfaccia di WordPress. Non dipendere più da servizi terzi.

Per approfondire: scopri i miei servizi WordPress su Treviso

Come non perdere posizionamento SEO

Siamo qui per assicurarci che il passaggio a WordPress avvenga senza intoppi dal punto di vista del posizionamento SEO. Puoi contare su di noi per valutare la tua posizione attuale e sviluppare una strategia mirata a mantenere o potenziare la tua visibilità online.

Offro una consulenza SEO puntuale, perché so che ogni azienda ha esigenze specifiche e non solo vuole accrescere la propria visibilità online ma ambisce a essere prima su Google.

Da leggere: come raggiungere la posizione zero

Richiedi un preventivo per passare da Google Sites a WordPress

Il tempo stringe, ma sono qui per aiutarti. Contattami subito per una consulenza WordPress e pianificare la migrazione del tuo sito web così da salvaguardare la tua presenza online.

Non lasciare che la chiusura di Google Sites metta a rischio il successo della tua azienda. Scegli una transizione sicura e senza intoppi verso WordPress, il futuro digitale della tua impresa.